| Home | Chi siamo | Contatti | Eletti e amministratori del PD | Articoli | Documenti | Forum | Link |
Feed RSS
Partito Democratico di Piacenza
  13 dicembre 2017 Partito Democratico Piacenza
· Trasparenza · Consiglio regionale · Consiglio provinciale · Consiglio comunale · Circoli territoriali ·
Linee Programmatiche Mozione Giorgio Cisini

9 ottobre 2017


Linee Programmatiche

Mozione Cisini

 

Nel momento in assoluto più difficile della vita politica del nostro Partito Provinciale, la Mozione

Cisini mette in campo la sua visione politica, per dare vita ad una stagione di nuovo impegno

capace di portare il Partito alla costruzione del percorso necessario al recupero delle motivazioni

più profonde dei suoi Iscritti e dei suoi Elettori.

 

La prossima Segreteria ha il compito principale di recuperare tutto il Partito al dibattito politico

interno e sul territorio; ogni singolo iscritto e simpatizzante deve trovare nel suo Circolo un luogo

aperto di dibattito su proposte politiche sempre attuali, perché i Circoli sono l’ossatura politica del

Partito Democratico e sono la linfa vitale attraverso la quale corrono le idee, le proposte e le

sinergie che alimentano la nostra azione politica.

 

Dai Circoli riteniamo sia necessario partire:

 

·         Ricognizione dei Singoli Circoli e loro coordinamento per gruppi di vallata in ordine ai temi

specifici del territorio;

·         Flusso continuo di informazioni dalla e verso la Federazione Provinciale attraverso un

Coordinamento politico Territoriale che tiene raccordati gli interventi di indirizzo politico e

Amministrativo con le sensibilità del territorio;

·         Valorizzazione dei Segretari di Circolo e del loro ruolo di rappresentanza: ogni presenza ed

ogni scelta relativa al loro ambito deve necessariamente vederli coinvolti perché siano

autorevoli articolazioni politiche periferiche capaci di riportare e valorizzare il pensiero e

le idee di ogni singolo iscritto.

·         Ricostruzione del Circolo Cittadino Piacentino in stretta collaborazione con gli Eletti del

Consiglio Comunale; il Circolo deve diventare il luogo dell’elaborazione politica cittadina a

sostegno del loro lavoro ma anche la stanza in cui gli eletti raccolgono le istanze e le

riportano nell’aula del Consiglio;

·         Convocazione periodica fissa dei Segretari di Circolo e loro coinvolgimento negli Organi

Provinciali sui temi di Politica Nazionale per dare loro gli strumenti necessari all’agire del

loro Ruolo.

 

La ricostruzione organizzativa dei Circoli deve trovare analoga ridefinizione negli Organismi

Provinciali:

 

·         La Direzione Politica della Federazione Provinciale deve ritrovare il suo ruolo di

elaborazione alta: forte del suo dialogo con i territori, consapevole delle tematiche

cogenti, è capace di far incontrare i temi e portarli alla discussione aperta, lontana dai

personalismi e dalle appartenenze, ma capace di arrivare a definire una linea condivisa,

anche attraverso l’esercizio del voto, per proporre all’esterno posizioni chiare e definitive.

·         La Convocazione della Direzione deve avere una cadenza fissa e ravvicinata così da non

diluire i rapporti ed i linguaggi e tale da costruire un Coordinamento costante con le

scelte politiche Regionali e Nazionali.

·         L’Esecutivo della Direzione deve essere un organismo snello, costruito sulle

competenze dei componenti per offrire sempre un riferimento sicuro e concreto sulle

tematiche e deve lavorare in sinergia con i suoi rappresentanti nelle Istituzioni

Regionali e Nazionali.

·         Ogni delega in esecutivo deve costituire un gruppo di lavoro tematico e deve costruire

percorsi di coinvolgimento aperti a chi abbia interesse a partecipare.

 

 

Attraverso questa Mozione e con il suo Candidato alla Segreteria Giorgio Cisini, si propone una

metodologia del tutto nuova, che valorizzi ogni singolo Iscritto e lo conduca a contribuire

attivamente alla vita Politica del nostro Partito; contestualmente, si ritiene necessario ripensare

alla collocazione Politica del nostro Partito.

 

·         Il PD deve ritrovare la sua identità pura di centro-sinistra, con l’obiettivo principale di

colmare le disuguaglianze, di affermare i diritti e costruire un futuro più equo.

·         Il PD deve tornare a caratterizzarsi come Partito riformista di sinistra per costruire un

mercato del lavoro, una scuola, una sanità dove nessuno venga lasciato indietro; deve

governare i flussi migratori con politiche di integrazione ed accoglienza, nel rispetto dei

nostri valori.

·         Il PD deve recuperare il dialogo da troppo tempo trascurato con il Sindacato, cercando la

sintesi possibile tra il mondo del lavoro e la politica, tra diritti smarriti in un mondo del

lavoro sempre più ostile e le necessità di fare impresa in un mondo sempre più vasto e

competitivo.

·         Il PD deve ricucire il dialogo alla sua Sinistra, perché per affermare politiche responsabili e

inclusive non possiamo far altro che trovare lì i nostri interlocutori più efficaci; i populismi e

i nuovi rigurgiti fascisti costituiscono il vero nemico della nostra gente e noi dobbiamo

essere così lungimiranti da sapere individuare con chiarezza il vero pericolo, senza paura.

 

 

 

Per riportare il Partito Democratico protagonista della politica Piacentina.

 

 

Giorgio Cisini

 

 

Piacenza, 2 ottobre 2017



Bookmark and Share



Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna
Ricerca nel sito
»

congresso primarie marco carini piacenza paola de micheli elezioni politiche pd
Agenda Appuntamenti
« Dicembre 2017 »
DoLu MaMe GiVe Sa
     1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
Visualizza le 16 feste »  
Link utili
 Federazione Provinciale PD Piacenza - V.le Martiri della Resistenza, 4 - 29121 Piacenza - tel. 0523 384797 - fax. 0523 322978 - CF 91091280338 - Privacy Policy

Il sito web di Partito Democratico Piacenza non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto